Articoli marcati con tag ‘colla di pesce’

Panna cotta con le fragoline

Questa ricetta me la sono inventata ieri sera, avevo proprio voglia di un dolcino dopo cena, ma non sapevo cosa fare. Il mio dolce passe partout è di solito la panna cotta. Una confezione di panna fresca in casa c’è sempre, a prepararla ci vuole poco e in più si può variare di volta in volta.

Ieri sera ho pensato di usarla con delle fragoline essiccate che compro sempre da Ceni (si trovano però tranquillamente dove si vende la frutta secca, a volte anche dai fruttivendoli più forniti) lasciate poi ad ammollare in un cucchiaio di grappa di Levi. La grappa Levi è la regina delle grappe. Si produce a Neive e la caratteristica, oltre alla bontà ineguagliabile, sono le etichette tutte diverse e fatte a mano.

Mio nonno materno, il nonno Aldo, era un grande esperto di vini e di grappe. A detta di molti uno dei più grandi conoscitori a livello piemontese, e quindi in casa mia il vino era solo Gaja e la grappa solo Levi. Lui e Levi erano diventati amici, così su un meraviglioso libro che celebra le etichette di questa grappa, quella che apre la rassegna è l’etichetta per il compleanno di mio nonno! Bè, un pizzico di orgoglio ogni tanto ci vuole!

Il risultato è stato questo:

Con una confezione da 200 ml di panna liquida si fanno 3 bicchierini di panna cotta, ecco gli ingredienti per questa dose (se dovete farne di più non dovete far altro che moltiplicare le dosi):

200 ml di panna

2 cucchiai di zucchero

1/2 bustina di vanillina

1 foglio di colla di pesce (io ho trovato questa dose con la colla di pesce pane angeli)

1 cucchiaio di grappa

4 – 5 fragole essiccate e spezzettate

Per prima cosa mettete le fragole in ammollo con la grappa, dovranno riposare almeno 15-20 minuti.

Mettete la colla di pesce in ammollo nell’acqua rigorosamente fredda! Nel frattempo in un pentolino mettete la panna, lo zucchero e la 1/2 bustina di vanillina, con una frusta mescolate fino a che lo zucchero non si scioglie e così facendo portate il tutto a sfiorare il bollore. A fine cottura aggiungete le fragoline, che coloreranno la panna cotta di un bel rosa tenue, il sughetto che avranno creato e la colla di pesce ben strizzata. Mescolate ancora e suddividete nelle varie coppette.

Le dosi che vi ho dato sono per una panna cotta, come piace a me, bella cremosa che quasi si scioglie in bocca, se la volete più compatta mettete una dose maggiore di colla di pesce.

Buon appetito!

Panna cotta alle pesche

La panna cotta è un dolce facilissimo da fare, io fino a poco tempo fa non ne andavo pazza, poi non so come mai, da un giorno all’altro pannacottapannacottapannacotta….

Certo, forse perchè prima di allora avevo sempre e solo mangiato quelle panne cotte in busta, schifoselle assai, quella fatta come si deve è tutta un’altra cosa. Questa è la ricetta che mi ha dato Marisa, la meravigliosa cuoca del Ristorante De Amicis di Torino (a chi interessa corso Casale 134).

La base è sempre uguale, si può poi aromatizzare come si preferisce.

Ecco le dosi per una confezione di panna liquida da 200 ml (panna fresca, quella presa nel banco frigo) con cui si ottengono 3-4 coppette

1 confezione di panna liquida (io uso sempre e solo la panna Elena, è la migliore)

1 foglio di colla di pesce Pane Angeli (dopo innumerevoli prove, ho scoperto che la dose giusta per 200ml di panna è 1 foglio di colla di pesce, nella confezione ci sono circa 5 o 6 fogli, a me piace che la panna cotta sia bella cremosa appena messa in bocca, con più fogli c’è il rischio che rimanga troppo “solida”, però va a gusti, a seconda di come vi piace)

1 bustina di vanillina

3 cucchiai di zucchero

Mettete la panna in un pentolino, aggiungete lo zucchero e la vanillina, accendete la fiamma e mescolate con una frusta. Nel frattempo mettete il foglio di colla di pesce a mollo in una tazza di acqua fredda (mi raccomando, se la mettete con l’acqua calda si scioglerà e sarà inutilizzabile). Continuate a mescolare la panna e spegnete il gas poco prima che inizi a bollire. Prendete il foglio di colla di pesce, strizzatela e aggiungetela alla panna, mescolate bene e poi mettete nelle coppette. Fate freddare qualche minuto e mettete in frigo per almeno 2 ore.

A questo punto si può pensare alla personalizzazione della vostra panna cotta. Un classico è quella al caramello, io, visto che in questo periodo ci sono frutti buonissimi, ho deciso di farla con le pesche.

Ho preso 2 pesche, le ho sbucciate e ridotte a cubetti, le ho messe in un padellino con 2 cucchiai di zucchero e qualche goccia di limone. Ho fatto cuocere per circa 10 minuti.

Ho ottenuto in pratica una marmellatina di pesche.

Un cucchiaio l’ho messo sul fondo di ogni coppetta prima di versare sopra la panna, un altro cucchiaio al momento di servirla.

Ecco due modi per presentarla:

Il primo, ho usato le cocottine usa e getta di alluminio, ho messo sul fondo un po’ di pesche, ho versato sopra la panna. Passate 2 ore l’ho sformato su un piatto decorando con altre pesche.

Visto che in casa ho questi bicchierini monoporzione, ho messo sul fondo le pesche, ho versato sopra la panna e al momento di servire ho aggiungo un po’ di pesche. Questo modo di presentarla è perfetto per una serata con tante persone.

Buon appetito!

Ricerca veloce
Iscriviti alla newsletter

E-mail:

Iscriviti
Cancellati

Link sponsorizzati